Statistiche accessi

ll periodo ipotetico - Italian Grammar & Exercises

Vai ai contenuti

Menu principale:

ll periodo ipotetico

Advanced > Grammar

Il periodo ipotetico è formato da due proposizioni:

  • una (subordinata o condizionale) che contiene l’ipotesi o condizione e che in genere è introdotta dalla congiunzione condizionale se.

  • l’altra (principale) che esprime la conseguenza..


Il periodo ipotetico può essere di tre tipi.

1 – Della REALTA’
, quando l’ipotesi è presentata come un fatto oggettivo, reale, sicuro.
Si adoperano i tempi dell'indicativo: presente - futuro - passato nelle due proposizioni.

- Se vieni, mi fai piacere. (vieni, mi fai piacere)
- Se ci andrete, verremo con voi.
- Se non l’hai fatto, hai sbagliato.


talvolta si possono avere delle variazioni:

- Se lo ha fatto, poteva dirmelo.
- Se lo ha fatto, me lo dirà.
- Se hai studiato, meriti la promozione.


e ancora l'indicativo, quando la frase è imperativale.

- Chiamami, se vuoi che ti aiuti.
- Telefonami, se verrai anche tu.


2 – Della POSSIBILITA’
, quando l’ipotesi è presentata come eventualmente possibile. Si adopera:
- l'imperfetto congiuntivo nella proposizione introdotta da se, (subordinata o condizionale).
- il presente condizionale nell’altra, (principale).

- Se tu venissi, mi faresti piacere. (e può darsi che tu venga)
- Verrei con te, se avessi tempo.
- Se non ti fosse possibile, dovresti avvertirmi. -
- Sarei contento, se tu venissi.


3 - Della IRREALTA’
, l’ipotesi è considerata possibile in rapporto al passato, ipotesi dell’impossibilità. Si adopera:
- il trapassato congiuntivo nella proposizione introdotta da se (subordinata)
- il condizionale composto nell’altra (principale)

- Se (tu) fossi venuto, mi avresti trovato. (ma non sei venuto)
- Sarei venuto con te, se avessi avuto tempo.
- Avresti fatto un buon affare, se tu l'avessi comprato.
- Avrei letto il libro, se lo avessi avuto.

Considerazioni sul Periodo Ipotetico

Nota Bene

  • Presente e passato possono essere combinati in un periodo ipotetico-consecutivo:

- Se avessimo lavorato, ora ci si potrebbe riposare.- Se tu avessi vinto, ti darebbero un premio.


  • Si può avere anche il caso di una subordinata ipotetica con il verbo all'imperfetto congiuntivo e una proposizione principale con il verbo al presente o al futuro o nel modo imperativo:

- Se tu lo incontrassi, gli dirai di telefonarmi.
- Se qualcuno ti chiedesse lo scopo di questo viaggio, rispondi che lo fai per cambiare aria e riposarti
- Se ti chiedesse dei soldi, non darglieli.


  • Da ricordare che l'imperfetto indicativo (adatto a trasportare mentalmente l'azione nella sfera del desiderio e dell'immaginazione) può sostituire tanto il congiuntivo della proposizione subordinata come il condizionale della principale, oppure li può sostituire tutti e due:

- Sarei venuta ad aiutarti se tu me lo chiedevi.
- Se si fossero veramente dati da fare, superavano ogni difficoltà.
- Se lo sapevo invitavo anche Arturo.


  • Nel periodo ipotetico la proposizione subordinata può essere formulata anche con una forma implicita:

- Spingendo la macchina alla massima velocità, potresti raggiungerlo.
- Provocando una discussione, mancherei di riguardo ai miei ospiti.


  • La proposizione condizionale, cioè la proposizione subordinata di una ipotetica, talvolta viene usata isolatamente con intonazione esclamativa o interrogativa, per esprimere desiderio - rammarico - rimprovero....

- Se tu mi avessi dato retta!....
- Se non fossero mai andati via!...
- Se tu stessi un po' zitto!
- Se riuscissi a capirci qualcosa!


Torna ai contenuti | Torna al menu